Il Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino protagonista del progetto europeo da 4.2M € “Paraphrase”

Il Dipartimento di Informatica protagonista del progetto europeo “Paraphrase”, per programmare i computer del futuro

Si è appena concluso il progetto europeo “Paraphrase”, che ha coinvolto per 3 anni il Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino, in un consorzio di 13 università e industrie europee del settore. “Paraphrase” – interamente finanziato dalla comunità europea con 4.2 milioni di euro all’interno del settimo programma quadro – ha affrontato il problema di rendere più semplice ed economicamente sostenibile la programmazione di calcolatori con molti processori.

Il Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino ha dato un contributo decisivo al progetto mettendo a disposizione del consorzio il software open-source FastFlow. Il software, progettato e sviluppato in cooperazione con l’Università di Pisa, è stato adottato da tutto il consorzio come il motore fondamentale per coordinare in modo veloce ed efficace le attività dei processori.

“Paraphrase” – grazie al finanziamento della comunità europea e la collaborazione con gli altri partner – ha permesso di consolidare e ingegnerizzare FastFlow fino al livello di prodotto di qualità industriale. Tanto che il software è diventato la tecnologia fondamentale nell’ambito di altri due progetti europei (“REPARA” e “RePhrase”) da poco acquisiti dall’Università di Torino e Pisa con un finanziamento totale di 7.2 milioni di nell’ambito del nuovo programma quadro della comunità europea “Horizon2020”.

Comunicato stampa sul portale di Ateneo

Per tutti i dettagli: www.paraphrase-ict.eu

This entry was posted in news on by .

About Marco Aldinucci

Marco Aldinucci is an assistant professor at Computer Science Department of the University of Torino since 2008. Previously, he has been researcher at University of Pisa and Italian National Research Agency. He is the author of over a hundred papers in international journals and conference proceeding (Google scholar h-index 21). He has been participating in over 20 national and international research projects concerning parallel and autonomic computing. He is the recipient of the HPC Advisory Council University Award 2011 and the NVidia Research award 2013. He has been leading the “Low-Level Virtualization and Platform-Specific Deployment” workpackage within the EU-STREP FP7 ParaPhrase (Parallel Patterns for Adaptive Heterogeneous Multicore Systems) project, the GPGPU workpackage within the IMPACT project (Innovative Methods for Particle Colliders at the Terascale), and he is the contact person for University of Torino for the European Network of Excellence on High Performance and Embedded Architecture and Compilation. In the last year he delivered 5 invited talks in international workshops (March 2012 – March 2013). He co-designed, together with Massimo Torquati, the FastFlow programming framework and several other programming frameworks and libraries for parallel computing. His research is focused on parallel and distributed computing.